Loading

wait a moment

Formula 1: curiosità e calendario

Ci apprestiamo ad affrontare il campionato di Formula 1 2018 e le novità si sono già affacciate al mondo dell’informazione.

Il valore delle scuderie

Per incominciare una’agenzia spagnola che si occupa del mondo dei motori , la Business Camp Sport Consulting, ha stabilito, attraverso un’indagine, che il valore di mercato della Ferrari è di gran lunga superiore a quello delle altre scuderie, in particolare rispetto alla Mercedes che risulterebbe addirittura doppio. Secondo le stime del 2017, infatti, il valore della scuderia Ferrari si stanzierebbe sui 1.330 milioni di euro, contro i 695 mln della Mercedes, i 640 mln della McLaren e i 620 mln della Red Bull. Continuando a scendere troviamo la William con 405 milioni, la Force India con 215 milioni e la Haas con 108 milioni. C’è da sottolineare che tutte questa scuderie hanno avuto incrementi o perdite in modo abbastanza lineare, mentre, a registrare un vero salto in avanti, è stata la Renault con un incremento, del proprio valore commerciale, di 37 milioni di euro. Per effettuare la valutazione del valore di mercato delle singole scuderie, l’agenzia spagnola ha considerato: utili, ricavi, perdite, valore storico dei team e sponsorizzazioni.

Scuderie e piloti per il Mondiale 2018

Quali saranno le scuderie a partecipare al Mondiale 2018 e a chi affideranno i loro bolidi? Proviamo ad elencarli:

  • Ferrari con Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen;
  • Mercedes con Lewis Hamilton e Ballteri Bottas;
  • Red Bull Racing (Aston Martin) con Daniel Ricciardo e Max Verstappen;
  • Force India con Sergio Pérez e Esteban Ocon;
  • McLaren con Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne;
  • Haas con Romain Grosjean e Kevin Magnussen;
  • Alfa Romeo Sauber con Marcus Ericsson e Charles Leclerc;
  • Renault con Nico Hulkenberg e Carlos Sainz Jr;
  • Toro Rosso con Pierre Gasly e Brendon Hartley;
  • Williams con Lance Stroll e Sergej Sirotkin.

Il calendario del Mondiale 2018

Per prima cosa partiamo dalle date dei test:

  • 25/02 –  1/03    Barcellona
  •  6/03 –   9/03    Barcellona
  • 15/05 – 16/05   Barcellona
  • 31/07 – 1/08     Budapest

Il calendario ufficiale delle gare del Mondiale di Formula 1 per il 2018, invece, sarà il seguente:

  • 25/03 Melbourne (Australia);
  • 8/04 Shanghai (Cina);
  • 15/04 Sakhir (Bahrain);
  • 29/04 Baku (Azerbaijan);
  • 13/05 Montmalò (Spagna);
  • 27/05 Monaco (Montecarlo);
  • 10/06 Montréal (Canada);
  • 24/06 Le Castellet (Francia);
  • 1/07 Spielberg (Austria);
  • 8/07 Silverstone (Gran Bretagna)
  • 22/07 Hockenheim (Germania);
  • 26 /08 Spa Francorchamps (Belgio);
  • 2/09 Monza (Italia);
  • 16/09 Singapore (Singapore);
  • 30/09 Sochi (Russia);
  • 7/10 Suzuka (Giappone);
  • 21/10 Austin (Usa);
  • 28/10 Città del Messico (Messico);
  • 11/11 San Paolo (Brasile);
  • 25/11 Abu Dhabi (Emirati Arabi).

 

Novità 2018

L’anno si presenta ricco di novità a partire dall’abolizione del monkey seat (il sistema che, in abbinamento ai gas di scarico appesantisce il posteriore). Anche le power unit vedono una novità: durante la stagione se ne potranno usare solo tre, quindi tre nuovi turbo, due blocchi di batterie e due centraline elettroniche. Le limitazioni continuano con l’olio: ogni scuderia potrà utilizzare un olio specifico che dovrà dichiarare alla FIA prima della corsa e, un’ora prima della partenza, dovrà comunicare anche la quantità di olio presente nei serbatoi. Il peso minimo delle vetture passa da 728 kg a 733 kg e , in caso di bandiera rossa durante le prove libere, si stabilirà il tempo minimo di rientro in pit lane in totale condizione di sicurezza. Altra novità arriva dalla presenza dell’Alfa Romeo in Formula 1. L’Alfa darà il nome al team, Sauber progetterà il telaio e Ferrari lo munirà di motore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *