Loading

wait a moment

I pavimenti migliori per lo sport

Scegliere la pavimentazione per la propria casa è già una scelta difficile, figuriamoci quando si parla di una palestra o, comunque, di un luogo dove si svolgono attività sportive! Come effettuare una scelta così difficile?

Ad ogni sport il suo pavimento

Si tratta di un palazzetto, un impianto indoor, una  palestra o una piscina? Si pratica danza, sollevamento pesi, basket, calcio, pattinaggio, pallamano, pelota o qualsiasi altra cosa? Le uniche caratteristiche che legano il pavimento di questi sport sono: funzionalità, praticità e polivalenza. Vi sembra poco?

I requisiti tecnici che deve soddisfare il pavimento di un ambiente sportivo sono moltissimi: deve essere resistente, sicuro, in grado di assorbire gli shock, flessibile e morbido. Difficile individuare il pavimento giusto per ogni attività, ma possiamo  incominciare ad eliminare alcuni materiali. Partiamo con le piastrelle in ceramica sicuramente non adatte a nessun centro, tranne quelli che ospitano le piscine. In questo caso si utilizza questo materiale per diversi motivi: facile e comodo da pulire e igienizzare, anche se viene a contatto con l’acqua della piscina, ricca di cloro, non subisce danni e non assorbe umidità.

Per qualsiasi altra attività sportiva, invece, le piastrelle di ceramica sono assolutamente inadatte. In genere il  laminato e il parquet sono le soluzioni più adatte. Una volta era molto in voga il linoleum, tutt’ora utilizzato in alcuni posti per la comodità di posa e il basso costo, ma si rovina facilmente e non è adatto nei palazzetti dove si svolgono determinate attività a certi livelli. Qui la scelta, di solito, ricade sul parquet che, come possiamo vedere su parquet-lamianti.it, in base all’essenza presenta determinate caratteristiche. Ci sono alcuni tipi di parquet, infatti, che sono molto resistenti, elastici e assorbono molto bene gli shock, riducendo i traumi agli atleti. Basta pensare ai giocatori di basket, quando ricadono sugli arti inferiori dopo un’elevazione. Se il pavimento fosse troppo rigido, il contraccolpo sarebbe devastante per l’atleta, il pavimento in legno, invece, accompagna la sua ricaduta riducendo l’impatto. La versatilità del parquet la possiamo vedere anche in impianti sportivi come i velodromi al coperto dove le piste sono principalmente in legno.

Caratteristiche del miglior pavimento

Il pavimento di una struttura sportiva richiede un determinato costo, quindi, tra le sue caratteristiche principali, ci deve essere la durata: deve mostrare una buona resistenza agli urti, alle sollecitazioni meccaniche e all’usura. Deve essere pratico nel montaggio e non deve presentare assestamenti con il tempo che passa. Oltre a garantire un buon isolamento termico, deve essere anche un buon isolante acustico visto che in un evento sportivo di pallavolo, pallacanestro o similari, il rumore è abbastanza elevato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *