Home » News, Rock Master 2010

Semifinale Lead: difficile è bello

17 luglio 2010 Redazione Arco2011.it

SL044Difficili, intense e molto belle. Eccole le due vie della semifinale maschile e femminile del Lead. Un banco di prova al top, durissimo ed emozionante, per strappare il biglietto della finalissima. 8 preziosisimi “pass” per sognare il podio maschile e altrettanti per quello femminile. E lo spettacolo ma anche la suspense non sono certo mancati. Come le prestazioni da Albo dei ricordi. Prime fra tutte quelle del ceco Adam Ondra (CZE) e dello spagnolo Ramón Julian Puigblanque, gli unici due ad arrivare in cima alla via maschile. Ma è da incorniciare anche la performance della coreana Jain Kim, l’unica ad agguantare la catena di fine via delle donne.

Ondra ha dato una dimostrazione di assoluta padronanza andando al top quasi “passeggiando”: è davvero incredibile la facilità di arrampicata di questo 17enne che in un anno ha conquistato il top del ranking mondiale. Non da meno però è stato Ramonet Puigblanque: la sua è una macchina da scalata inesauribile, che è riuscita a riprendersi e trovare le “metod” più giusto anche quando ormai sembrava si fosse perso. D’altra parte non si diventa campioni del mondo per caso e, soprattutto, non si vincono 4 Rock Master come ha fatto lui!

A completare il sestetto che questa sera si giocherà la finale sono l’austriaco Jakob Schubert, autore di una grandissima prova che l’ha portato ad un soffio dal top. Alle sue spalle e 4° degli ammesi in finale, un sempre più positivo giapponese Sachi Amma, seguito dal bravissimo francese Romain Desgranges. Poi è tra i finalisti anche il solito incredibile Cédric Lachat. Lo svizzero, non contento di aver centrato la semifinale del Boulder ieri mattina, s’è preso anche la finalissima del Lead che si disputa questa sera, non prima però di giocarsi la semifinale Boulder… della serie inesauribile. Completano la lista della finale ci sono il canadese Sean McColl (davvero in formissima e pure lui in corsa anche nel Boulder) e lo spagnolo Patxi Usobiaga che, nonostante un piccolo errore, riesce comunque a passare; e il suo duello con Ramonet e Ondra sarà uno di quelli da seguire.

Come sarà da seguire la gara femminile che oltre alla strepitosa coreana Jain Kim, unica a chiudere la via di semifinale, vede ai natri di partenza una straordinaria Alexandra Eyer (mai vista così in forma la svizzera) e una grandissima Angela Eiter, la regina di Arco con le sue 5 vittorie al Rock Master. Da segnalare anche la prestazione della giovanissima (appena 16enne) austriaca Katharina Posch che è 4a in classifica provvisoria. Sono ancora in piena corsa anche la slovena Mina Markovic, la francese Alizée Dufraisse, l’austriaca Christine Schranz e la giapponese  Yuka Kobayashi.

Ne sapremo di più stasera: alle 21,15 parte la finale femminile e dalle 22,00 sarà la volta di quella maschile!

- Vai alle classifiche
- Portfolio Lead

di Vinicio Stefanello