Home » BOULDER » Report qualificazione Boulder femminile

Report qualificazione Boulder femminile

Alizée Dufraisse © Anna Piunova

Alizée Dufraisse © Anna Piunova

Shauna Coxsey e Francesca Metcalf le prime Semifinaliste del Boulder. In semifinali tutte le più forti.

Sabato 16 luglio, ore 12:00, la seconda giornata dei campionati mondiali di Arco si apre con le qualificazioni femminili del Boulder. 69 atlete da 29 nazioni pronte a staccare il biglietto per il secondo turno. E’ un appuntamento che molte di loro sognano da anni. E tutte sanno che qui, non è permesso il più piccolo errore… Così fatalmente un po’ di tensione da mondiale si avverte già allo start. Per fortuna una mano per alleggerire il tutto la dà una meteo misericordiosa: una leggera brezza e delle provvidenziali nuvole rendono il campo di gioco meno “bollente”. E l’inizio sembra quasi soft, con bei problemi “arrampicabili” saliti quasi con facilità e bella tecnica un po’ da tutte. Sembrava… fin troppo facile. E infatti era solo un’impressione perché c’era il “trucco”.

C’è da scommettere, per esempio, che le più forti abbiano subito capito l’inghippo. Anche perché qualche mina vagante – leggi un boulder un po’ cattivello per ciascuno dei due gruppi – i tracciatori l’hanno ben messo. Morale: oggi, più che mai, per avere la sicurezza di passare il turno occorreva la gara perfetta o quasi. Insomma, sembrava che si dovesse passare, non solo per il top di tutti e 5 i blocchi, ma anche nel minor numero di tentativi possibili. Chissà se l’austriaca Anna Stöhr e la giapponese Akiyo Noguchi, le regine del boulder mondiale, si sono impensierite? Quel che è sicuro è che non ce l’hanno fatta a fare il percorso perfetto. E con 4 top a testa il loro passaggio al 2° turno non è stato certo così facile come si prevedeva.

Negar Varshochi © Giulio Malfer

Negar Varshochi © Giulio Malfer

A salire in cattedra invece sono state due assolute sorprese. Ovvero la statunitense Francesca Metcalf e la britannica Shauna Coxsey che hanno “vinto” la loro batteria dimostrando una determinazione davvero appassionante. 5 top su 5 per entrambe. 13 i tentativi di Francesca Metcalf per centrare l’en plaine. Mentre Shauna Coxsey (con una grinta super) ne ha spesi solo 7 superando di un’incollatura, cioè solo per un tentativo in meno, la francese Mélanie Sandoz. Alle loro spalle , sempre nel Gruppo B, entrano in semifinale ed insieme nell’elite di chi a risolto tutti e 5 i problemi: le statunitensi Angela Payne e Alex Johnson e la slovena Mina Markovic. Tutte bravissime!

Come davvero brava e impressionante è stata Sasha DiGiulian, l’altra componente dello squadrone a stelle e strisce, che partita tra le ultime ha centrato 3 top di fila al primo tentativo per poi chiudere con 4 top e il biglietto per la semifinale. Dietro a lei passano il turno atlete del calibro della Jain Kim (KOR), Anna Stöhr (AUT), Anna Gallyamova (RUS) e Olga Shalagina (UKR). Tutte con 4 top chiusi.

Nel Gruppo A, detto di Francesca Metcalf che è l’unica ad aver risolto tutti i problemi, passano il turno con 4 boulder chiusi Melissa Le Neve (FRA), Yana Chereshneva (RUS), Akiyo Noguchi (JPN), Juliane Wurm (GER), Momoka Oda (JPN) e la sempre combattiva Olga Bibik (RUS). Mentre con 3 top vanno avanti anche Alexandra Eyer (SUI), Alizée Dufraisse (FRA) e Natalija Gros (SLO).

Fuori per poco invece (con 3 top e solo due tentativi in più della Gros) la vicentina Jenny Lavarda. Seguita da Alexandra Ladurner, 18a del suo gruppo con 2 top chiusi. E dalla torinese Elena Chiappa con un top risolto. D’altra parte sono già fuori dai giochi anche atlete come la statunitense Alex Puccio (USA) e le austriache Barbara Bacher e Sabine Bacher. Tutte meritano una menzione speciale. Come del resto non si può chiudere senza citare il bellissimo blocco “del contorsionista” con partenza di spalle di oggi: un grande spettacolo!

Da domani si fa sul serio. Sarà la grande giornata delle semifinali e finali del Boulder maschile e femminile. Come sempre il risultato è tra i più incerti e di sicuro non ci si annoierà. Come è sicuro che questi Campionati del Mondo di Arco ormai sono decollati. Oggi si percepiva un bel feeling al Climbing Stadium. Quello della grande arrampicata!

report by Vinicio Stefanello / planetmountain.com

- gallery
- video
- classifiche
————–