Home » LEAD » Report qualifiche Lead uomini

Report qualifiche Lead uomini

Jakob Schubert @ Anna Piunova

Jakob Schubert @ Anna Piunova

S’era già capito ieri nelle qualifiche femminili Lead. Anche per gli uomini il viaggio del primo turno non è stato per nulla facile. Funziona così ai Campionati del mondo di Arco, la selezione è dura. E bella. Come questa giornata di sole e di vento con le nuvole a rincorrersi sopra il Climbing Stadium. Gli atleti, intanto correvano (sempre al ritmo del Lead) sulle 4 vie di gara. Due per ciascuno dei due gruppi. Una linea più lunga e dura. Una più corta e un po’ (ma solo un po’) più facile. Morale: la doppia catena, quel percorso netto in cima ad entrambe le vie che dava la sicurezza matematica del passaggio in semifinale, è stato appannaggio di pochi. I soliti noti o quasi. Perché di piccole sorprese questa giornata l’ha ben riservata.

Ma cominciamo da chi il compito di oggi non poteva farlo meglio. In testa con due top mister Ramón Julian Puigblanque, il catalano che – non è un segreti per nessuno – è uno dei candidati più accreditati al titolo mondiale Lead (peraltro già vinto ad Avilés nel 2007). Insieme a lui guidano la classifica provvisoria e conquistano il passaggio al secondo con a punteggio pieno il (fortissimo) giapponese Sachi Amma, il norvegese Magnus Midtboe, lo svizzero Cédric Lachat, l’austriaco Jakob Schubert (osservato speciale dopo la bella vittoria a Chamonix in Coppa del mondo) e il suo connazionale Mario Lechner. Insieme fanno una coppia di ventenni che sarà bene bene tenere d’occhio.

S’era già capito ieri nelle qualifiche femminili Lead. Anche per gli uomini il viaggio del primo turno non è stato per nulla facile. Funziona così ai Campionati del mondo di Arco, la selezione è dura. E bella. Come questa giornata di sole e di vento con le nuvole a rincorrersi sopra il Climbing Stadium. Gli atleti, intanto, correvano (sempre al ritmo del Lead) sulle 4 vie di gara. Due per ciascuno dei due gruppi. Una linea più lunga e dura. Una più corta e un po’ (ma solo un po’) più facile. Morale: la doppia catena, quel percorso netto in cima ad entrambe le vie che dava la sicurezza matematica del passaggio in semifinale, è stato appannaggio di pochi. I soliti noti o quasi. Perché di piccole sorprese questa giornata l’ha ben riservata.

Ma cominciamo da chi il compito di oggi non poteva farlo meglio. In testa con due top mister Ramón Julian Puigblanque il catalano che non è un segreti per nessuno è uno dei candidati più accreditati al titolo mondiale Lead (peraltro già vinto ad Avilés nel 2007). Insieme a lui, guidano la classifica provvisoria e conquistano il passaggio al secondo a punteggio pieno il (fortissimo) giapponese Sachi Amma, l’austriaco Jakob Schubert (osservato speciale dopo la bella vittoria a Chamonix in Coppa del mondo) e il suo connazionale Mario Lechner. Insieme fanno una coppia di ventenni che sarà bene bene tenere d’occhio.

Chi invece (e con non poca sorpresa) non è riuscito a centrare il doppio top è stato Adam Ondra, il favorito numero uno con Puigblanque alla vittoria finale. Naturalmente il suo passaggio di turno non è mai stato in discussine, visto che il fenomeno della Repubblica Ceca si è giocato da solo il top sulla prima via cadendo altissimo. E non crediamo nemmeno che il mezzo passo falso di oggi gli procurerà un piccolo handicap psicologico. Invece, se lo conosciamo bene, questo lo motiverà ancora di più per far meglio al secondo turno.

Con un solo top e una salita terminata molto in alto si sono conquistati di entrare nei 26 semifinalisti nell’ordine Vleeriy Kryukov (UKR), Hyunbin Min (KOR), Jorg Verhoeven (NED) e Evgeny Zazulin (RUS). Chiudono la lista dei  Semifinalisti del Gruppo A: Mikhail Chernikov (RUS), Gauthier Supper (FRA), Sangwon Son (KOR), Thomas Ballet (FRA), Evgeny Ovchinnikov (RUS), Domen Skofic (SLO), Sean Mccoll (CAN). Mentre per il Gruppo B seguono nell’ordine: Romain Manuel (FRA), Thomas Tauporn (GER), Eduard Marin Garcia (ESP), Davoud Rekabi (IRI), Matej Sova (SLO),  Anton Mardashov (UKR) e, subito prima di lui, il 18enne Martino Ischia. Cresciuto qui ad Arco sulle falesie della Valle, oggi il 18enne ha vestito la maglia dell’Italia passando come unico Italiano in Semifinale. Una bella emozione!

report by Vinicio Stefanello / planetmountain.com

- gallery
- video
- classifiche
——
- Report Finale Lead Uomini
- Report semifinale Lead uomini
- TUTTI I LIVE DAY BY DAY