Quanta energia occorre a uno stadio durante l’Europeo?

Il campionato europeo di calcio, come quello del 2020, al via tra poco, è uno dei più importanti tornei calcistici dell’Unione Europea che si svolge ogni quattro anni ed è inoltre molto seguito dalle famiglie italiane.

Una delle domande di curiosità che spesso emerge dagli appassionati di calcio è quanta energia consuma effettivamente uno stadio durante un evento calcistico, come l’Europeo. In questo articolo cerchiamo di fare chiarezza!

Cosa serve per alimentare l’energia di uno stadio?

Prima di scoprire quanta energia occorre a uno stadio durante l’Europeo è bene sapere tutto quello che serve per alimentarlo. Infatti, come minimo, uno stadio durante il campionato europeo, dovrà tenere conto del consumo dei proiettori per illuminare il campo e l’intero stadio: al giorno d’oggi vengono utilizzate principalmente luci a LED di alta tecnologia.

Inoltre bisognerà avere energia per gli enormi schermi per le riprese live-action alla folla e gli schermi nelle aree di allenamento e di gestione, in modo che i funzionari della squadra e dello stadio possano tenere traccia dell’azione. Molta energia consumeranno anche i sistemi audio, le zone di ristoro, le strutture di ospitalità e le strutture di trasmissione, quest’ultime davvero fondamentali per l’Europeo visto l’enorme visibilità.

Infine, sono anche da considerare gli impianti di riscaldamento degli stadi per mantenere i tifosi in un ambiente il più confortevole possibile. Molti stadi stanno anche recentemente implementando sistemi di riscaldamento a pavimento, trovando una soluzione più efficiente dal punto di vista energetico rispetto alle tipiche soluzioni. Inoltre, in Europa molti club stanno investendo in soluzioni ad alta tecnologia per cercare di migliorare la loro efficienza energetica, per esempio i pannelli solari sono un grande obiettivo per quanto riguarda il risparmio energetico negli stadi.

Ma in totale quanto consuma uno stadio durante una partita dell’Europeo? Continua a leggere per scoprirlo.

Quanto consuma uno stadio durante una partita di calcio?

Gli stadi che ospitano il campionato europeo devono funzionare e avere quindi l’energia necessaria per tutte le telecamere, i tabelloni segnapunti, gli schermi pubblicitari, gli altoparlanti e le luci per rimanere accesi prima, durante e dopo la partita di calcio, senza che succedano imprevisti di alcun genere.

Durante una partita di 90 minuti, vengono consumati quindi fino a 25.000 KWh. Questa energia potrebbe far funzionare più di una dozzina di case per un anno intero.

Il consumo energetico degli stadi poi ovviamente cambia a seconda della stagione e delle tecnologie utilizzate. Ma in generale, tutto quello che viene implementato per l’illuminazione rappresenta quasi il 40% del consumo totale di energia durante una partita. Nel frattempo, le cucine e i servizi di catering hanno bisogno di riscaldare il cibo e mantenere fresche le bevande per circa 80 mila persone, tutto questo può facilmente consumare oltre il 20% del totale di energia dello stadio.

La trasmissione del gioco in diretta richiede potenti trasmettitori satellitari, innumerevoli telecamere HD e suite di editing appositamente costruite che rappresentano circa l’11% di tutto il consumo di energia, in modo che i tifosi di calcio di tutto il mondo possano partecipare e godersi la partita.

Un calciatore potrebbe alimentare una casa?

Durante una partita di calcio, un centrocampista correrà circa 16 km e brucerà 1600 calorie. In un mondo perfetto, un calciatore su un tapis roulant per 90 minuti, potrebbe tenere acceso un asciugacapelli per 10 minuti, una piccola TV accesa per dieci ore o una lampadina accesa per un giorno e mezzo. Tuttavia, il chilometraggio può variare a seconda del giocatore.

Quanta energia si consuma guardando la partita da casa?

Mentre il consumo energetico dello stadio sembra decisamente colossale, guardarlo a casa è tutta un’altra cosa. Guardare una partita da casa può portare a consumare 6 kWh: ma meglio correre ai ripari, magari attivando una delle tariffe delle compagnie luce e gas convenienti.

Infatti, mantenere la tua casa calda o fresca, guardare sulla TV OLED da 50 pollici e caricare il tuo frigorifero con le bevande, può aumentare il costo delle bollette energetiche. Proprio come lo stadio più grande, guardare la partita a casa richiede riscaldamento, illuminazione ed energia per gli alimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *