Criptovalute: cosa sono e quali sono le più conosciute

Le criptovalute sono una novità relativamente recente sul mercato finanziario e si stanno diffondendo rapidamente. 

In questo articolo verrà spiegato cos’è una criptovaluta, quali sono le principali caratteristiche che la contraddistinguono e quali sono quelle più conosciute al momento.

 

Che cos’è la criptovaluta?

La criptovaluta è una valuta digitale, protetta da un codice crittografico e decentralizzata. Non è controllata da nessuna banca centrale o autorità finanziaria.

Le transazioni avvengono in modo anonimo e diretto tra due parti, senza l’intervento di terze parti.

La criptovaluta ha trovato applicazione nella finanza digitale perché si basa sulla tecnologia blockchain e utilizza la crittografia per garantire la sicurezza delle transazioni. 

Le criptovalute sono molto utilizzate per riscuotere le vincite da bookmakers online come https://22bets.info/it/.

Nonostante le numerose applicazioni della tecnologia blockchain, lo scopo principale delle criptovalute rimane quello di consentire alle persone di effettuare pagamenti in modo sicuro e immediato nel mondo reale (fisico) e online.

 

Bitcoin

In parole povere si tratta di una moneta digitale che può essere utilizzata per effettuare pagamenti online e nelle transazioni bancarie tradizionali. 

Bitcoin non è controllato dai governi o dalle banche centrali, ma da un algoritmo che rispetta determinate regole e che a sua volta viene modificato in base alle decisioni degli operatori di mercato.

Il progetto di Bitcoin nasce nel 2008 con l’obiettivo di creare un sistema monetario elettronico decentralizzato e indipendente dal potere politico, economico e finanziario delle istituzioni statali. 

Il suo protocollo si basa sulla tecnologia blockchain, ovvero la trasmissione dei dati attraverso la rete internet senza aver bisogno di un intermediario come un server o un’autorità centrale (ad esempio banca o governo).

 

Ethereum

La criptovaluta Ethereum è una delle più note e apprezzate al mondo. Nato nel 2015, offre la possibilità di svolgere molte operazioni finanziarie grazie alla sua blockchain decentralizzata. 

Grazie alle sue caratteristiche, Ethereum può essere utilizzato per creare smart contract, ovvero contratti legati a diverse attività economiche che si basano sulla tecnologia blockchain.

 

Ripple

Ripple è un protocollo di pagamento e una rete di scambio costruita appositamente per il settore finanziario. 

La piattaforma consente agli utenti di inviare e ricevere qualsiasi valuta, compresi i bitcoin e altre criptovalute. 

Offre inoltre agli utenti un modo per scambiare qualsiasi valuta con un’altra valuta. 

L’azienda che sta dietro al progetto è Ripple Labs.

L’azienda è stata fondata nel 2012 da Chris Larsen e Jed McCaleb, due imprenditori della Silicon Valley che in precedenza hanno lavorato insieme a E-Loan e Prosper. 

Ripple non è solo un sistema di pagamento, ma anche una criptovaluta che può essere utilizzata come alternativa alle valute tradizionali come il dollaro o l’euro. 

È diverso dal bitcoin perché supporta molte valute diverse, mentre il bitcoin ne supporta solo una: i bitcoin (BTC). 

Ma esistono anche altre criptovalute: Ethereum (ETH) è un esempio che compete con Ripple su alcuni fronti, anche se non cerca di essere un sistema di pagamento universale come Ripple.

 

Monero

Monero è una criptovaluta privata sicura e non tracciabile e un progetto software open source rilasciato nell’aprile 2014 che si concentra su privacy e scalabilità e che funziona su sistemi operativi Windows, macOS, Linux, Android e FreeBSD. 

Lo sviluppo di Monero è iniziato nel 2012, quando gli sviluppatori originali hanno creato una versione pre-alfa che hanno chiamato Bitmonero (un portmanteau di Bitcoin e Monero) fino a maggio 2014, quando è stata rinominata per evitare confusione con altre criptovalute dal nome simile

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *