Motocross: qualche nozione semplice a riguardo

Le gare di motocross sono uno sport molto caratteristico, fatto di disciplina, maturità, importanza della preparazione, definizione degli obiettivi e soddisfazione che deriva dal raggiungere i tuoi obiettivi e affrontare la delusione di lavorare sodo ma di fare anche cilecca.

Il motocross si distingue da molti sport perché a differenza degli sport di squadra come il baseball, il calcio, il calcio, ecc, è uno sport individuale. Questo può essere utile per insegnare ai giovani la responsabilità personale.

Lo sport del motocross e i giovani

Come in ogni sport che coinvolge i giovani, in molti si impegnano sin da piccoli per raggiungere duramente il successo. Tuttavia, se il bambino esagera troppo negli sport motoristici, rischia addirittura di farsi male. Questo perché, il motocross non è facile come sport, non si diventa riders professionisti in poco tempo. Ci sono abilità che si svilupperanno solo con il tempo e la pratica.

È una buona idea dunque guardare, osservare e aspettare i tempi maturi prima di impegnarsi duramente. Tanto prima o poi arriva il momento anche per i giovani di salire in sella e dare il meglio di sé.

Come prepararsi alle corse di motocross

Una delle cose migliori che può prepararci alle corse è allenarsi in sella. Bisogna cioè impegnarsi molto per migliorare le abilità di guida di base. Si deve quindi fare pratica, imparare a gestire le impennate e allenandosi per riuscire nel power slides.

Il giovane corridore deve poi imparare a giostrare l’utilizzo di comandi diversi come frizione, freni anteriori e posteriori, ecc. In tal modo si forma a riconoscere i limiti della propria moto. Ad esempio, l’uso della frizione lo aiuterà ad attaccare le curve più duramente. L’uso corretto dei freni raderà secondi dei propri tempi sul giro.

Anche il salto è importante nel motocross. Le gare di motocross sono ancora vinte e perse in base esclusivamente ai salti che si vanno negli angoli. Il centauro deve quindi fare Pratica per gli angoli con cerchi o figure in grado di migliorare le sue abilità di guida con i comandi di inclinazione e della moto. Ivi inclusi frizione, freni e comando dell’acceleratore. Questo lo renderà più veloce e ti renderà un pilota più sicuro.

Il motocross è un po’come il golf e il tennis. Imparare la forma corretta presto renderà più facile gestirsi in pista e avere la postura idonea. Mantenere i gomiti in alto e imparare a stare in piedi sulla bici è un passo importante. Imparare la corretta posizione del corpo aiuterà a risparmiare energia e a trasformarci in un pilota più sicuro. Avere un controllo migliore della moto, inoltre, permetterà al pilota di rispondere più facilmente a quello che fa la moto quando colpisce solchi, dossi e buchi in pista.

Regole generali della gara

Prima di iscrivere ad una gara bisognerebbe consultare sempre il regolamento e le eventuali regole supplementari per l’evento.

Una primissima cosa da considerare sono le bandiere gialle. Queste indicano che c’è un problema in pista e che bisogna avere il controllo della moto. Si deve dunque cercare l’ostacolo in modo da poterlo evitare. In tal senso è possibile guardare i flagger per vedere se stanno indirizzando verso un lato della pista. Non si può passare e saltare sotto una bandiera gialla..

I centauri hanno l’obbligo di guidare con prudenza. Nessun salto o passaggio è consentito attraverso l’area in cui si vede la bandiera. Se si salta, supera un altro pilota mettendolo in pericolo o se si colpisce un operatore di pista, si viene penalizzati. Le penalità variano dall’essere posizioni di attracco a squalifica per violazioni più gravi. Questa regola vale per proteggere tutti i partecipanti e deve essere tassativamente e rigorosamente eseguita.

Divieti e comportamenti antisportivi

Di norma è severamente vietato lasciare il percorso di gara designato. Un corridore deve fare ogni sforzo per rimanere sul campo in ogni momento.

Circa invece il comportamento antisportivo, esso concerne la guida sporca, i combattimenti, le parolacce, i gesti osceni, ecc. I trasgressori possono essere penalizzati, persino con la squalifica che potrebbe includere la sospensione dagli eventi sanzionati dal circuito di appartenenza. I corridori sono responsabili per le azioni del loro equipaggio e della loro famiglia. Per cui bisogna sempre in ogni caso far presente al personale di corsa comportamenti antisportivi.

L’uso di alcol e / o droghe da parte dei partecipanti durante la guida non sarà assolutamente tollerato in occasione di eventi approvati che ne fanno divieto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *